I Social media sono diventati oramai una parte integrante della società moderna e ci sono addirittura dei social network che hanno una base di utenti maggiore della popolazione di moltissimi paesi.

Esistono siti di nicchia virtualmente per ogni tipo di specialità e interesse; ci sono siti che consentono di condividere foto, video, aggiornamenti di stato e altri che permettono di conoscere nuove persone e ritrovare vecchi amici.

Sembra proprio che ci sia una soluzione sociale per ogni tipo di necessità e dunque in questo articolo tratterò la storia e l’evoluzione dei social media dal loro inizio sino ad oggi.

Precursori ai Social Media

Usernets

Usenet systems è stato concepito nel 1979 da Tom Truscott e Jim Ellis. Usenet consente agli utenti di scrivere articoli (chiamati news) nei newsgroup.

Usenet non ha server centralizzati o amministratori dedicati, differenziandolo di fatto dalla maggior parte dei forum e affini. Usenet è di fatto l’ideatore dei lettori di news, che sono in pratica i precursori dei lettori RSS che sono oggi comunemente usati per seguire i blog e i siti di notizie.

I siti dedicati ai gruupi come Google Groups e Yahoo! Groups usano moltissime delle convenzioni che originariamente furono stabilite nei sistemi usenet.

BBSs (Bulletin Board Systems)

I primi BBS videro la luce nei lontani anni ’70. Originariamente questi venivano hostati localmente e gli utenti si connettevano tramite il modem del computer host e solo una persona alla volta poteva ottenere l’accesso al BBS.

Insieme ai BBS legittimi nacquero anche tutta una serie di BBS dedicati a servizi illeciti, illegali e altro poco di buono. Per fare altri esempi materiali per soli adulti, codici dei virus, informazioni e istruzioni per crakkare sistemi e telefoni erano comunemente hostati sui BBS.

Nonostante tutto questo i BBS sono di fatto i primi tipi di siti che consentivano agli utenti di loggarsi ed interagire in modo un po’ diverso da come noi ora facciamo.

Servizi Online

Dopo i BBS nacquero i “servizi online” come ad esempio CompuServe e Prodigy. Questi due furono i veri primi tentativi aziendali di accedere ad Internet.

CompuServe fu la prima azienda ad incorporare un programma di chat nei suoi servizi. Prodigy fu invece un’azienda che si preoccupava di rendere i servizi online più abbordabili (CompuServe era molto costosa per la maggior parte degli utenti, con tariffe di $6 all’ora più l’aumento in base alla distanza che faceva lievitare il prezzo a più di $30 all’ora).

Genie invece fu un servizio online creato dalla General Electric subsidiary (GEIS) nel 1985. E’ andato avanti fino al 1999 e fu uno dei primi servizi disponibili. Era un servizio text-based, e fu considerato la prima vera alternativa commerciale a CompuServe. Il servizi fu creato per rendere. Genie permetteva di giocare, fare shopping, inviare mail, usare i forum (chiamati RoundTables) e addirittura offrira la possibilità di stampare la rivista associata al servizio che di volta in volta si voleva.

Anche AOL poi iniziò come servizio online ed ebbe il grande merito di rendere Internet universalmente accessibile negli Stati Uniti.

IRC, ICQ, e Messaggistica Istantanea

IRC (Internet Relay Chat) fu sviluppato nel 1988 e usata per condividere file, link e per stabilire un contatto a distanza con le persone.

E’ di fatto il padre della messaggistica istantanea che noi tutti oggi conosciamo. IRC è basati nella maggior parte dei casi su UNIX e questo ne ha limitato ampiamente l’uso.

ICQ fu invece sviluppato della prima metà degli anni ’90 e fu il primo programma di messaggistica istantanea per PC. E’ stato praticamente il mezzo tramite il quale si sono trasformati in standard gli avatar, le abbreviations (LOL, BRB) e gli emoticon. Il resto gira tutto intorno ad esso.

I primi Social Network

Siti di Dating

I siti di Dating sono spesso considerati i primi social network.Il primo sito di dating è apparso quando è iniziato l’aumento delle persone online. Questi permettevano agli utenti di creare il proprio profilo e contattare gli altri utenti.

Forum

I forum hanno anch’essi giocato un ruolo importantissimo nell’evoluzione del web sociale. Questi sono i veri discendenti dei sistemi BBS popolari negli anni ’70 – ’80, ma con il grande merito di rendere l’interfaccia assolutamente più user-friendly, rendendoli di semplice consultazione anche ai non tecnici. Moltissime piattaforme di forum, incluse vBulletinphpBB, furono sviluppate, e sono tuttora in uso. I Forum rimangono attualmente molto popolari nella cultura online, e molti stanno proseguendo sulla strada di aggiungere caratteristiche sempre più sociali come i profili.

Mentre moltissime persone considerano i siti di dating come ad esempio Classmates.com di essere i primi social networl, credo che non rendano completamente merito alla definizione di social network. Questi siti infatti raramente permettono di tenere una lista di amici e spesso la creazione dei profile era severamente limitata. Ed è per questo che secondo me i primi veri social network sono i seguenti.

Six Degrees

Six Degrees fu lanciato nel 1997 e fu il primo social network moderno in quanto permetteva all’utente di creare il suo profilo e stringere amicizia con gli altri utenti.

Tuttora il sito non è più attivo, ma in passato è stato molto popolare contando al suo attivo circa un milione di membri. Nel 2000 fu venduto per 125 milioni di dollari e poi chiuso nel 2001.

AsianAvenue, MiGente, BlackPlanet

Questi siti si ritagliarono il loro spazio tra il 1997 e il 2001 sulla scia di SixDegrees e permettevano come quest’ultimo la creazione di profili (di tipo personale, professionale e dating) e aggiunta di amici senza il bisogno di alcun tipo di approvazione.

Anche se furono i primi social avevano includevano già notevoli innovazioni.

LiveJournal

LiveJournal partì nel 1999 e introdusse un approccio diverso al social networking.

Mentre Six Degrees permetteva agli utenti di creare un profilo statico, LiveJournal era un social costruito sull’idea di un continuo aggiornamento dei blog.

LiveJournal incoraggiava i suoi utenti a seguirsi a vicenda ed a creare gruppi per interagire. Decisamente il precursore dei live update che vediamo ora nei social.

World of Warcraft / MMORPGS

MMORPGS (Massively multiplayer online role-playing games) è diventato social networks di diritto. Il più famoso di questi giochi in multiplayer è senza dubbio World of Warcraft, dove i giocatori interagiscono sia nel gioco che nei relativi forum e community.

L’interazione sociale nel gioco svaria dalla costruzione del team per ragioni tattiche fino alle amicizie e gli amori. L’esplosione dei MMORPGS avviene all’inizio degli anni 2000, anche se esistevano già in precedenza queste tipologie di giochi.

Le maggiori innovazioni nel Social Networking

Con l’inizio del 2000 si sono susseguite tutta una serie di incredibili e favolosi sviluppi del social networking e dei social media.

Friendster

Friendster fu inequivocablmente il primo social network moderno di carattere generale. Fondato nel 2002, Friendster è tuttora un social network molto attivo, con più di 90 milioni di utenti registrati e più di 60 milioni di visitatori unici al mese. Il 90% dei visitatori di questo social arrivano dall’Asia.

La prerogativa di Friendster è quella permettere alle persone di scoprire i propri amici e gli amici degli amici in modo da permettere l’espansione della propria rete.

L’obiettivo è quello di essere un posto più sicuro e veloce per conoscere persone rispetto alla vita reale ed è parzialmente anche un sito di dating.

Oltre ad accoppiare sconosciuti sulla base degli interessi questo social assume che le persone con amici in comune hanno una maggiore possibilità di quelli che non hanno amici condivisi.

La popolarità di Friendster ha toccato il massimo con tre diversi gruppi: Gay Men, attendess of Burning Man e bloggers.

Hi5

Hi5 è un altro dei maggiori social network, che dal 2003 ad oggi conta 60 milioni di membri attivi.

La privacy dei profili di Hi5 si basa su un concetto più ampio di connessioni che arriva fino al terzo grado di amicizie e dunque (amici di amici di amici).

Esiste inoltre la possibilità di rendere il profilo pubblico oppure visibile ai soli amici. La grande popolarità di Hi5 deriva dall’Asia, dall’America Latina e dall’Africa Centrale.

LinkedIn

LinkedIn fondato nel 2003 è stato uno dei primi social network dedicati esclusivamente al business.

Originariamente, LinkedIn permetteva agli utente di postare un profilo (solitamente un riassunto) e di interagire tramite messaggistica privata e si basava sull’assunzione che per esserre connesso con una persona era necessario conoscerla in qualche modo.

Gradualmente poi sono state aggiunte altre caratteristiche sociali, inclusi gruppi, forum e profilazione avanzata includendo anche gli aggiornamenti di stato.

MySpace

MySpace fondato nel 2003 e fino al 2006 è cresciuto come il più popolare social network al mondo.

MySpace si differenzia dai suoi concorrenti in quanto permette agli utenti di personalizzare completamente il proprio profilo a livello grafico, oltre a consentire l’inserimento e la condivisione di musica e video nel proprio profilo.

Originariamente MySpace permetteva la comunicazione tramite messaggi privati, commenti pubblici nei profili. Un’altra grande fetta dei profili di MySpace sono poi i blog che sono allegati automaticamente ad ogni profilo

Nel 2006 MySpace ha introdotto MySpace IM per consentire di chattare agli utenti, mentre recentemente ha aggiunto l’aggiornamento di stato e l’inclusione di feed news dai profili degli amici.

Facebook

Facebook partì come un social network esclusivo di Harvard e così rimase fino al 2004, quando poi iniziò rapidamente ad espandersi alle altre scuole, alle università, al business e poi dal 2006 a chiunque.

Nel 2008 Facebook è divenuto il social network più popolare al mondo, superando MySpace, e continuando tuttora a crescere a dismisura.

Facebook non permette la stessa personalizzazione nell’aspetto di MySpace, ma include tutte le altre opzioni.

Facebook ha aggiunto una notevole mole di nuove caratteristiche rispetto agli anni passati, incluso l’instant messaging e le applicazioni.

Gli utenti hanno un modo diverso di comunicare gli uni agli altri e la messaggistica privata è consentita così come lo è la scrittura sulla bacheca degli altri che è visibile da tutta la rete di amici. Gli utenti possono facilmente cambiare le impostazioni della propria privacy per permettere o meno la visualizzazione di diverse parti del proprio profilo sulla base delle relazioni esistenti tra utenti (di base sono “solo amici”, “amici di amici”, and “chiunque”).

Gli utenti possono rendere visibile le note a tutti o solo agli amici e commentare, taggare “mi piace” o condividere i post degli amici e taggare le foto.

Altri famosi Social Network

Multiply, un “family-friendly” social network con particolare attenzione alla privacy offrendo una serie di livelli di sicurezza ai propri aggiornamenti come publico, amici, solo su invito.

Orkut, lanciato nel 2004 è il social network di Google e anche se non è molto popolare negli stati uniti, è molto popolare in Brasile e India con più di 65 milioni di utenti.

Kontain, lanciato nel 2008, opera in modo differente rispetto agli altri social, mettendo in primo piano l’usabilità e consentendo agli utenti di seguirsi a vicenda tramite foto, video e musica invece che tramite semplici aggiornamenti di stato. Questo social lavoro inoltre molto attentamente sulla raccolta di profili aziendali fornendo un canale in grado di promuovere i propri servizi e comunicare con i clienti.

Social Network di Nicchia

Con lo sviluppo dei social è di conseguenza cresciuta la presenza di questi e ad oggi non esiste un settore privo del suo social network specifico.

Ning

Ning è una piattaforma che consente di creare social network di nicchia. Questi sono hostati su Ning, ma possono anche essere messi su un proprio host e a pagamento personalizzare anche il brand.

I nuovi utenti possono creare un nuovo social network oppure scegliere tra l’incredibile varietà di social presenti (più di un milione e mezzo di reti).

Ning è la piattaforma di social più usata al mondo, e il suo grande vantaggio è quello di consentire in modo facile e veloce a chiunque, anche non tecnico, di creare il proprio network sociale.

Company-Sponsored Social Networks

Ovviamente la tendenza ha catturato anche le aziende di tutti i settori, anche se nella maggior parte dei casi molti di questi sono stati presto chiusi a causa della mancanza di attività.

Un esempio di questo tipo di social è Authonomy, che è una rete di scrittori hostata dalla divisione Ingelse di Harper Collins che ha attratto moltissimi speranzosi scrittori.

Media Sharing

Il Social media non è però limitato solamente ai social network. La condivisione di foto, video e contenuti multimediali sono tutte attività sociali molto diffuse.

Photobucket

Photobucket nato nel 2003 è stato il primo più popolare sito di condivisione di foto.

Photobucket permette agli utenti di condividere album di foto pubblicamente oppure protetti dal password. Permette agli utenti di avere 500MB di spazio (ridotto da 1GB nell’agosto del 2009).

Offre la possibilità di attivare un account Pro e ottenere 10GB di spazio (ridotto da 100GB a 25GB a luglio ’08 e poi a 10GB sempre nell’agosto del 2009). Photobucket hosta inoltre anche video.

Nel 2007, Photobucket è stato acquistato da Fox Interactive Media (una sussidiaria di News Corporation) e ha fatto scalpore la cifra di 250 milioni di dollari per cui è stata ceduta.

Flickr

Flickr è divenuto un social network negli ultimi anni e dichiara di hostare più di 3.6 bilioni di immagini nel Giugno 2009.

Flickr ha inoltre gruppi, foto sondaggi, e consente la creazione di profili, di aggiungere amici, organizzare immagini e video in album.

Uno dei maggiori vantaggi offerti da Flickr è quello che peremette di assegnare una licenza Creative Commons oppure di ritenere tutto il copyright sulle foto pubblicate.

Flickr ha inoltre lanciato da poco una collezione chiamata “The Commons”, che mette in primo piano tutte le foto riguardanti musei e istituzioni che non sono soggette a restrizioni.

YouTube

YouTube, lanciato nel 2005, è stato il primo più famoso sito di hosting e condivisione di video.

Gli utenti possono inviare video fino a 10 minuti e condividerli tramite YouTube oppure incorporarli nei propri siti (social network, blog, forum, ecc.).

YouTube attualmente permette l’invio di video HD e di recente ha lanciato un servizio per fornire show televisivi e film da parte dei prorpietari.

Le caratteristiche sociali di YouTube includono il voto, i commenti e la possibilità di sottoscrivere i canali e creare una lista di video preferiti.

Revver

Revver offre invece un approccio leggermente differente nell’hosting e condivisione di video.

Mentre YouTube, Metacafe, e gli altri diffusi siti di video sharing permette di postare video gratuitamente e condivide con il creatore del video il 50% degli introiti pubblicitari generati dal video.

Social News e Bookmarking

La condivisione di contenuti multimediali non è stata e non è la sola forma di condivisione avvenuta con l’era dei social media.

L’avvento dei social news e dei siti di bookmarking nella prima meta dell’anno 2000 ha creato un modo completamente nuovo di scoprire notizie interessanti da ogni parte del mondo e ha rivoluzionato il modo di leggere le notizie.

Grazie a siti come Delicious, Digg, Reddit (in Italia OkNotizie, Segnalo e altri) la diffusione di notizie è cambiata radicalmente ed ha permesso agli utenti di condividere novità e contenuti che trovano interessanti con una audience altrimenti irraggiungibile.

Delicious

Delicious (aka, Del.icio.us) è un sito di social bookmarking fondato nel 2003. Questo consente di taggare come preferiti i contenuti che ognuno trova online con la possibilità di renderli pubblici o privati.

Gli utenti possono ricercare per bookmark o tramite i tag, oppure leggere tra i più popolari e tra quelli più nuovi.

Digg

Digg è stato fondato nel 2004 da Kevin Rose, Ron Gorodetzky, Jay Adelson, e Owen Byrne.

Gli utenti in Digg possono condividere link da ogni parte del web che possono essere votate positivamente (“dig”) o negativamente (”bury”) dagli altri utenti o commentate e aggiunte ai preferiti così come possono essere create liste di amici.

Digg è stato sottoposto a molte critiche sopratutto relativamente al potere che gli utenti top hanno di influenzare la popolarità delle notizie.

L’effetto Digg quando un contenuto raggiunge la prima pagina è molto noto ed è spesso causa di black out dei siti che non sono preparati a quella mole di traffico improvvisa.

Reddit

Reddit è un altro social news fondato nel 2005 e che lavora sullo stile di Digg, consentendo agli utenti di votare positivamente o negativamente i contenuti.

Gli utenti possono visualizzare i contenuti più popolari, quelli nuovi, e i più controversi (ossia quelli che hanno un numero equivalente, ma alto di voti contrari). Reddit, come Digg, consente anche di commentare i contenuti.

Aggiornamenti in Tempo Reale

Gli aggiornamenti in tempo reale sono diventati la normalità nei social media. Con l’avvento di Twitter nel 2006, gli aggiornamenti di stato sono diventati la normalità oltre che la moda nei social network. Virtualmente tutti i più famosi social incluono ora questa caratteristica.

Twitter

Twitter è stato fondato nel 2006 ed ha ottenuto una grande popolarità durante la SxSW conference del 2007.

I Tweets si sono triplicati durante questa conferenza e sono passati da 20k fino a 60k al giorno. Twitter ha ideato culto del following ed è uno dei social preferiti dalle persone famose.

Twitter ha dato l’input alla generazione di moltissimi siti e applicazioni di terze parti, trasformandolo in pratica in una vera e propria piattaforma piuttosto che un singolo servizio. Esistono moltissimi client per Twitter che permettono di gestire gli aggiornamente e i followers; esistono moltissimi servizi che tengono traccia dei trend di Twitter ed esistono servizi che consentono di postare foto e video direttamente su Twitter.

Posterous

Posterous è la pià recente applicazione di microblogging, lanciata dalla Y Combinator nel Maggio del 2009.

Gli utenti postano i contenuti via email e possono includere foto, mp3 e altri tipi di file come allegati. A differenza degli altri social non necessita di alcuna iscrizione.

Tumblr

Tumblr è una sorta di incrocio tra un’applicazione di tipo lifestreaming e una piattaforma di microblogging. Tumblr è stato fondato nel 2007ed ha circa 75,000 tumblebloggers passati al loro servizio immediatamente.

Il sito permette agli utenti di postare foto, video, testo, audio, link, conversazioni e altri contenuti come nei blog. Ci sono inoltre moltissime applicazioni disponibili per i dispositivi mobili in grado di far postare su Tumblr rendendolo ideale per il lifestreaming.

Tumblr è inoltre molto facile da usare, e dunque pronto all’uso anche dai meno tecnici. E’ molto simile a Twitter e alle altre piattaforme di microblogging nel senso che permette di seguire gli altri utenti di Tumblr e vedere i loro aggiornamenti in uno speciale feed bacheca. Gli utenti possono anche mettere tra i favoriti i contenuti degli altri utenti Tumblr e ribloggare i post degli altri utenti lasciandone intatta la provenienza.

Altri servizi che adottano gli aggiornamenti in tempo reale

Come accennato precedentemente, virtualmente ogni sito di socal networking include l’aggiornamento di stato. Facebook ha incorporato questa caratteristica per anni. MySpace l’ha introdotta più di un anno fa. E più di recente, LinkedIn ha iniziato a consentire ai propri utenti l’aggiornamento dello stato.

Gli aggiornamenti in tempo reale consentono agli utenti di stare in contatto con i propri amici e con la propria famiglia su una base di aggiornamento costante, consentendo un miglioramente ed un incentivo alla creazione di relazioni tra le persone.

Quando sei a conoscenza delle attività dei tuoi amici e familiari diventa molto più facile scoprire gli interessi comuni, le attività e le altre informazioni che non sarebbero altrimenti ottenibili senza una vera conversazione. Questo sistema può portare ad un rafforzamento delle relazioni anche offline

Il ruolo dell’Iphone negli aggiornamenti in tempo reale

Di certo l’Iphone può essere premiato come il più grande fautore dell’incredibile aumento di popolarità degli aggiornamenti in tempo reale. Prima dell’arrivo dell’iPhone, i browser dei dispositivi mobili non erano molto ottimizzati e nel peggiore dei casi inutilizzabili.

Grazie all’iPhone è diventato incredibilmente facile e divertente navigare il web dai dispositivi mobili. L’aggiunta delle applicazioni praticamente per tutti i social network ha reso possibile l’aggiornamento degli stessi in ogni luogo e tempo.

Gli altri telefoni hanno seguito questa strada e sono oramami moltissimi i dispositivi che incroporano le caratteristiche in grado di permettere con facilità l’aggiornamento continuo del proprio stato sui vari social inclusi foto e video.

L’iPhone ha avuto un ruolo così importante nello sviluppo dei social media che attualmente ci sono social network che sono disponibili solamente tramite iPhone. iRovr ad esempio è un applicazione di social etworking specifica per iPhone e iPod Touch.

Questa permette agli utenti di postare foto, aggiornamenti, link (incluso YouTube), sondaggi, sottoscrivere RSS e altro. E’ stata lanciata nel 2007 e sta diventanto sempre più forte con il passare del tempo.

Lifestreaming e Lifecasting

Gli aggiornamenti in tempo reale ha portato un grande aumento nel numero di persone che fanno lifecasting o lifestreaming di tutto ciò che fanno. Molti optano anche sul lifestream per aggregare tutte le attività online in una singola pagina (come ad esempio con FriendFeed).

Ustream.tv

Ustream è nato nell’estate del 2006 ed è diventato il servizio di hosting streaming video che hanno scelto alcune celebrità.

Mentre molti utenti di Ustream vanno in diretta in modo occasionale, ci sono dei canali che trasmettono continuamente.

Ustream permette ai visitatori di postare commenti e fare domande direttamente nel feed dell’host durante la trasmissione, e questa interattività spesso porta gli utenti a partecipare con più attenzione rispetto ad altri siti dedicati ai video.

Justin.tv

Justin.tv è un servizio di hosting streaming fondato nell’ottobre del 2006 che consente ai lifecaster di trasmettere a centinaia e migliaglia di utenti.

iJustine è probabilmente l’utente pubblico di Justin.tv, facendo praticamente lifecasting di ogni istante della sua vita.

Ci sono più di 400.000 canali su Justin.tv, e ottengono più di 41 milioni di visitatori unici ogni mese.

FriendFeed

FriendFeed, il cui lancio risale al 2007 e che è stato recentemente acquisito da Facebook, permette all’utente di integrare tutte le attività online (Twitter, RSS, Flickr…) in un posto unico.

E’ inoltre un social network esso stesso in quanto offre la possibilità di creare liste di amici, postare aggiornamenti e comunicare.

Altri siti di Lifestreaming

Ci sono un numero grandissimo di altri siti di lifestreaming che le persone usano e la maggior parte di essi possono essere integrati all’interno del proprio blog per permettere ai visitatori di vedere tutte le proprie attività online.

Ci sono inoltre alcuni plugin appositi per WordPress che consentono di integrare facilmente tutti i profili sui social all’interno del blog wordpress. Un esempio è WP Lifestream.

Profilactic.com è un’altra applicazione di lifestreaming che permette di integrare i feed da più di 190 differenti siti. Sweetcron è un’applicazione simile ed è opensource.

Ogni cosa è Social

Attualmente sembra che ci siano applicazioni social e generate dagli utenti in ogni angolo e oltre ogni immaginazione. Esistono infatti siti di shopping sociali, siti di pianificazione finanziaria sociali, siti per ottenre libri, film, applicazioni e altre riviste, siti che consentono di condividere i propri obiettivi, siti che permettono di pianificare il proprio viaggio e siti che aiutano a prendere una decisione in ogni settore.

I social media si sono ritagliati una grande fetta della vita di milioni di persone in tutto il mondo.

I social permettono inoltre di sfruttare online il passaparola tanto caro nella vita reale e si stanno conquistando una grande fetta anche da un punto di vista di ricerca informazioni bypassando spesso i motori di ricerca quando ad esempio si vogliono informazioni su prodotti, servizi, viaggi e quant’altro.

Preoccupazioni e criticità dei Social Media

Come è naturale che sia la crescità di popolarità dei social ha fatto crescere in modo direttamente proporzionale anche le controversie e le critiche.

La più grossa critca mossa verso i social si può sintetizzare in questi tre punti:

  • I social media possono essere usati dagli stalkers;
  • I social media possono essere usati dai pedofili;
  • I social media aprono dei grossi punti interrogativi per quel che riguarda la privacy e la sicurezza.

Se nei primi due casi i social possono fare ben poco, per quel che riguarda il terzo punto si stanno tutti muovendo in una via che porta alla rassicurazione degli utenti tramite delle privacy policy rafforzate.

Social Media e Stalker

Facebook e gli altri social media sono stati messi sotto attacco a causa della facilità con cui gli stalkers possono avere accesso ad informazioni che consentono di semplificare il tracciamento delle vittime e questo non è completamente infondato in quanto molti social non si preoccupano di tenere al sicuro alcuni dati e rendono di default tutti i dati pubblici. Se questo da un lato può essere positivo per i profili pubblici d’altro lato è sicuramento non ideale per profili personali.

Tutto questo in sostanza è un problema reale, ma di fatto il problema più grande rimane proprio la responsabilità dell’indviduo e non le scelte dei social in quanto tali.

Social Media e Pedofilia

MySpace è pubblicamente accusato di essere uno dei social più gettonati dai pedofili, molestatori e pornografi, ma questo come anche altri social hanno fatto grandi sforzi per rendere protette le identità dei minori.

Ancora una volta come nel precedente caso il problema maggiore ricade sugli utenti che non rendono privati i propri profili.

MySpace ha introdotto un passo in più per prevenire i pedofili dall’entrare a far parte degli amici du un minore includendo un dettaglio personale per richiedere l’amicizia ad un minore.

Privacy Concerns

Facebook è stato messo recentemente sotto attacco per i cambiamenti alla sua privacy policy in modo molto ambiguo ritenendo di mantenere tutti i diritti sull’uso dei contenuti pubblici e privati anche dopo l’eliminazione del profilo.

Mentre l’azienda ha promesso che non era loro intenzione trasmettere questo messaggio, ma solo un sfortunata coincidenza di parole, ed ha immediatamente ripristinato la sua policy alla precedente versione.

E’ molto importante per i social network rispndere rapidamente alle esigenze di privay e sicurezza dei propri utente visto che al loro interno vengono spesso trattati aspetti molti privati della propria vita e dunque diviene estremamente facile incorrere in potenzialmente pericolose situazioni come il furto di identità.

Altri aspetti molto importanti di sicurezza sono venuti a galla tramite il crackeraggio dei profili e la diffusione di messaggi falsi e/o imbarazzanti.

Spesso le vittime di questi attacchi sono le celebrità, ma a volte può capitare anche a persone qualunque come  ad esempio questa donna su Facebook.

Il ruolo dei Social Media nella cultura Pop

I social media negli ultimi due anni hanno assunto il ruolo di protagonisti delle attività online. Nel 2007, le attività sui social network hanno superato quelle della pornografia almeno negli stati uniti e sono in continua lotta per il primato con delle alternanze mensili.

Le celebrità usano Twitter, Facebook, e altri social regolarmente e non solo per farsi pubblicità, ma per avere effettivamente un contatto quasi reale con i fan ogni giorno.

Non è oramai una stranezza vedere delle t-shirt ispirate a Twitter, e ci sono anche casi di tatuaggi.

Quando sia Twitter e Facebook hanno subito gli attachi di tipo DDOS durante l’agosto del 2009, gli utenti di tutto il mondo sono stati pervasi da un senso di mancanza incredibile.

I social media sono diventati una parte integrande del modo di comunicare, di relazionarsi, di sviluppare e studiare, di relazionarsi con il resto del mondo.

L’evoluzione dei Social Media

I social media hanno fatto molta strada da quando erano sotto forma di BBS e chat IRC, e continuano ad evolversi su base giornaliera.

Con la maggior parte dei social network e siti di social media che lavorano ogni giorno a nuove idee e progetti c’è da aspettarsi una rapida crescita nel breve periodo.

L’unica cosa di cui possiamo essere sicuri in questo momento è che i social media non sono solamente una fase e non spariranno presto come molti dicono…almeno fin quando qualcosa di meglio non salterà fuori.

E per finire in sintesi un video d’impatto….

100

  1. Pingback: http://bookmark.giorgiotave.it

  2. davvero una panoramica completa, tutta la parte precedente agli anni ’90 non la conoscevo…

  3. Sarebbe molto bello poterla integrare e migliorare a poco a poco con l’aiuto di tutti…

  4. Ciao,

    volevo sapere se potresti dirmi le fonti da cui hai potuto attingere queste informazioni.

    Ti ringrazio

    Emiliano

  5. Ciao,
    Complimenti è una panoramica completa e ben fatta, senti volevo chiederti se potevo usare parte di questo materiale per preparare un intervento al Blogfest 2010.

    Ovviamente citandoti tra le fonti

    Luca

  6. Complimenti! La miglior panoramica su storia e evoluzione dei social media che abbia scovato in rete. Davvero un lavoro prezioso.

    Saluti.

    Paolo

  7. E’ incredibile come il modo di comunicare influisca sulla vita di ciascuno di noi. I social network stanno determinando una svolta epocale in questo senso.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>